Vivere con la cannula tracheostomica

Norme igienico comportamentali.

All’interno di questa guida sono contenuti alcuni semplici suggerimenti che le potranno essere utili qualora sorgessero dei dubbi o dei problemi a domicilio.

Condivida con i suoi familiari e le persone a lei care queste informazioni, in modo che, in caso di necessità, ci sia chi con competenza può prendersi cura di lei.

CONSIGLI PER LA VITA DI TUTTI I GIORNI

CASA ED AMBIENTI CHE SI FREQUENTANO

Umidifichi sempre la sua casa tramite umidificatore, questo per evitare il formarsi di croste e di tappi di muco/catarro che le provocherebbero difficoltà respiratoria soprattutto durante la notte o nel periodo invernale, quando funzionano i termosifoni.

Frequenti ambienti puliti privi di polveri, gas, fumo e pulviscolo. Si ricordi di proteggere sempre l’apertura dalla quale respira (stoma) con una bavaglina, o foulard, una sciarpa, onde ripararsi dall’entrata di polvere, insetti e fumo.

CURE ED ATTENZIONI QUOTIDIANE

Beva molti liquidi (almeno 10 bicchieri di acqua, tisane o thè al giorno). Questo è importante perché, se beve poco, le secrezioni saranno più dense per cui avrà maggiore difficoltà ad espellerle con il rischio di ostruire la cannula con tappi di muco. La cute intorno allo stoma deve presentarsi sempre pulita, non arrossata e libera da incrostazioni di catarro.

Per tanto è necessario mantenere pulita la cute ogni giorno rimuovendo prontamente tutte le secrezioni con acqua tiepida e tenere la cute sempre asciutta. Se necessario usare una crema protettiva. La bocca ed il naso devono essere tenuti sempre puliti per evitare infezioni. Durante la doccia, il bagno ed il lavaggio dei capelli ricordatevi di impedire all’acqua di entrare nello stoma.

Alcuni utili suggerimenti:

  • proteggere sempre l’apertura della trachea con una salvietta di spugna;
  • usare la doccia flessibile;
  • se si usa la vasca da bagno evitare che l’acqua arrivi fino alla trachea.
  • Se siete un maschio, durante la rasatura della barba, è necessario proteggere il collo con un panno che copra bene lo stoma onde impedire che entrino piccoli peli.

FAMILIARI E CONVIVENTI DEVONO ESSERE A CONOSCENZA DELLE SEGUENTI PROCEDURE IN CASO DI EMERGENZA

Mai spruzzare acqua in faccia.

In caso di malore o incidente bisogna favorire il passaggio dell’aria lasciando libero lo stoma. In caso di difficoltà respiratorie accertarsi che ciò non sia dovuto ad incrostazioni o tappi di catarro, in tal caso bisogna togliere la cannula e pulirla.

ASPIRAZIONE DA CANNULA TRACHEOSTOMICA

L’ASPIRAZIONE DEVE ESSERE FATTA QUANDO:

  • insorgono rumori respiratori improvvisi; 
  • siano presenti secrezioni evidenti;
  • vi sia difficoltà ad espellere secrezioni con la tosse;
  • vi sia sensazione di tappo o soffocamento.

MODALITÀ PER L’ASPIRAZIONE:

  • il tempo di aspirazione deve essere breve e non più di 10-15 secondi;
  • tra un’aspirazione e l’altra lasciare trascorrere 1 o 2 minuti;
  • per ripristinare la respirazione e l’ossigenazione.

L’ASPIRAZIONE È INUTILE QUANDO:

  • viene fatta in assenza di rumori respiratori;
  • viene fatta in assenza di secrezioni evidenti;
  • le secrezioni vengono espulse con la tosse;
  • non vi è sensazione di tappo o di soffocamento;
  • è presente poco catarro;
  • con la tosse si riesce ad espellere il catarro.

L’ASPIRAZIONE INUTILE PUÒ DIVENTARE DANNOSA PERCHÈ:

  • può provocare broncospasmo con notevoli difficoltà respiratorie;
  • può danneggiare la mucosa della trachea.

RACCOMANDAZIONI:

  • lavarsi sempre le mani prima e dopo l’aspirazione;
  • utilizzare un umidificatore perché l’ambiente troppo secco irrita le vie respiratorie ed aumenta la produzione di secrezioni (attenzione all’aria condizionata);
  • bere almeno 1,5-2 l di acqua, tisane, ecc. al giorno;
  • se si beve poco il catarro sarà più denso con conseguente difficoltà ad espellerlo;
  • tenere il naso e la bocca puliti onde evitare la proliferazione di germi;
  • tenere puliti l’aspiratore e l’ambiente in cui si vive ed evitare il fumo.

COSA RIFERIRE AL VOSTRO MEDICO OPPURE AL VOSTRO INFERMIERE

EVENTUALI SINTOMI RICONDUCIBILE A POSSIBILI INFEZIONI QUALI:

  • aumento della temperatura corporea; 
  • aumento della quantità delle secrezioni;
  • variazioni del colore (giallo, verde, marrone, tracce di sangue) o presenza di cattivo odore delle secrezioni.

ASPIRAZIONE: AVVERTENZE E MATERIALI

ASPIRATORE PORTATILE

Controllare che il tubo di aspirazione sia collegato in modo corretto

SONDINO DI ASPIRAZIONE

Dopo ogni aspirazione sciacquare il sondino con acqua per pulirlo dal catarro e metterlo in una soluzione di acqua ed amuchina fino all’uso successivo.

PROCEDURA PER L’ASPIRAZIONE ATTRAVERSO TRACHEOSTOMIA

  • lavarsi accuratamente le mani; 
  • accendere l’aspiratore;
  • un bicchiere monouso di acqua
  • prendere il sondino dal contenitore e collegarlo all’aspiratore
  • inserire il sondino attraverso la cannula tracheostomica, senza attivare l’aspirazione
  • avviare l’aspirazione facendo ruotare il sondino a 360° per non più di 10-15 secondi
  • attendere 1 o 2 minuti prima di continuare per permettere di riattivare la respirazione attraverso respiri profondi oppure, se prescritto dal medico, con erogatore di ossigeno
  • ripetere le precedenti operazioni fino a quando le vie aeree non saranno libere
  • sciacquare il sondino ed i tubi aspirando acqua dal bicchiere monouso
  • togliere il sondino, lavarlo accuratamente con acqua e quindi riporlo nel contenitore con acqua ed amuchina
  • lavarsi le mani
Torna su