Prevenzione e promozione della salute

È ormai nota da decenni l’importanza di promuovere la prevenzione in ogni fase della vita al fine di ridurre l’incidenza delle malattie e i costi per il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e per favorire il mantenimento del benessere e della qualità di vita di tutti i cittadini.

L’OMS definisce il concetto di prevenzione come: “il dare alle persone i giusti mezzi per diventare più padroni della propria salute e per poterla migliorare”. Promozione della salute, benessere e prevenzione sono tre concetti evidentemente correlati tra loro, i quali pongono le basi per costruire interventi finalizzati a potenziare il controllo sulla propria salute, migliorandola, aspirando a raggiungere la capacità di identificare e soddisfare i propri bisogni di salute, cambiare l’ambiente circostante e farvi fronte, così da poter raggiungere uno stato completo di benessere fisico, mentale e sociale.

Un concetto centrale largamente diffuso nell’ambito della prevenzione e dell’educazione alla salute, specialmente negli interventi rivolti alle fasce giovani della popolazione, è quello delle life skills. Con tale termine, secondo la definizione dell’OMS, si intende l’acquisizione delle capacità di condurre relazioni interpersonali, di sapersi assumere le responsabilità legate al proprio ruolo sociale, di saper scegliere e risolvere le problematiche senza ricorrere a comportamenti che danneggino se stessi e gli altri. In sostanza, dunque, le life skills sono le capacità personali e sociali, richieste ai giovani e non solo, per rapportarsi con fiducia e in modo competente con se stessi, con i coetanei e con la comunità in generale. L’educazione alle life skills rappresenta una promozione della motivazione a prendersi cura, efficacemente, di sé e dell’altro, promuovendo un percorso formativo fondamentale in tutti gli ambiti della vita di un ragazzo, sia scolastico che extrascolastico, e contribuendo a creare il senso di autoefficacia indispensabile per poter contrastare i comportamenti a rischio. Attraverso l’addestramento alle life skills è possibile agire su un numero elevato di fattori che, se non sviluppati efficacemente, possono aumentare le possibilità dell’emergere di comportamenti devianti. Inversamente, se correttamente sviluppati, tali fattori diventano protettivi nei confronti delle condizioni di vulnerabilità.

Prevenzione primaria, secondaria e terziaria, riferite rispettivamente alla prevenzione dello sviluppo della patologia, alla cura precoce della malattia e alla riabilitazione, sono in realtà termini che non rispecchiano più appieno il concetto di “promozione della salute”.

Bibliografia 

  • Sakowski P, Marcinkiewicz A. Health promotion and prevention in occupational health systems in Europe. Int J Occup Med Environ Health. 2019 Jun 14;32(3):353-361. doi: 10.13075/ijomeh.1896.01384. Epub 2018 Oct 25. PMID: 30356227.
  • Steca P., Capanna C., Vecchio G.M. Convinzioni di Autoefficacia nelle Life Skills come determinanti dell’Autostima, Città & Scuola, 2002, 3, 114-128. 
  • Van Ryzin MJ, Roseth CJ, Fosco GM, Lee YK, Chen IC. A component-centered meta-analysis of family-based prevention programs for adolescent substance use. Clin Psychol Rev. 2016 Apr;45:72-80. doi: 10.1016/j.cpr.2016.03.007. Epub 2016 Apr 3. PMID: 27064553; PMCID: PMC4856569.
  • Gharaati Sotoudeh H, Aref Nazari M, Mirhashemi M. A Social-Cognitive Educational Protocol for Parents with Adolescents at Risk of Substance Use: Impact on Adolescents’ Life Skill. Iran J Psychiatry. 2021 Jul;16(3):295-304. doi: 10.18502/ijps.v16i3.6255. PMID: 34616463; PMCID: PMC8452842.
Torna su