È la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

Oggi è la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, un appuntamento internazionale che si tiene ogni anno per ringraziare i donatori volontari non remunerati e per far crescere nel mondo la consapevolezza dell’importanza che le donazioni siano effettuate con regolarità in modo da poter disporre sempre di sangue ed emocomponenti di qualità da utilizzare in ambito sanitario. L’appuntamento globale, dopo l’annullamento delle celebrazioni 2020 a causa del Covid-19, riparte quest’anno con una serie di attività in streaming che si svolgeranno tra il 14 e il 15 giugno e si potranno seguire sul sito dell’evento: https://www.wbdd2021.com/home-ita

Nell’ambito del progetto “Come Ti Senti? “, l’ENS farà la sua parte garantendo il servizio di interpretariato LIS durante l’evento istituzionale previsto lunedì 14 giugno dalle 15 alle 17 a cui prenderanno parte le massime autorità istituzionali nazionale e internazionali.

GUARDA il programma dell’evento

La Giornata Mondiale del Donatore di Sangue è stata istituita nel 2005 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e si celebra in tutto il mondo il 14 giugno, giorno della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e co-scopritore del fattore Rh. Questa giornata offre anche l’opportunità di sensibilizzare i governi e le autorità sanitarie a potenziare la rete che garantisce le donazioni. Nel 2021 l’OMS ha assegnato all’Italia l’organizzazione del “World Blood Donor Day Global Event” che si terrà a Roma il 14 e 15 giugno 2021, su iniziativa del Ministero della Salute, del Centro Nazionale Sangue e delle principali Associazioni di donatori di sangue (AVIS, Croce Rossa Italiana, FIDAS e FRATRES).

La Giornata, oltre a rappresentare un’importante occasione di riflessione su tutto ciò che riguarda la donazione di sangue ed emocomponenti, sarà il giusto momento per rendere omaggio a chi ha continuato a donare il sangue e il plasma e a salvare così delle vite anche nel momento più difficile dell’emergenza sanitaria, quando i giorni erano dominati dalla paura e dall’incertezza.

Torna su