Alimentazione ed esercizio fisico

L’accesso ed il consumo di cibo adeguato, sono fondamentali per una corretta crescita, lo sviluppo e per il mantenimento di un buon livello di salute nella popolazione. Una alimentazione squilibrata, così come l’assunzione di cibo non sano, rappresentano spesso la base di malattie diffuse come l’obesità, il diabete e le malattie metaboliche, le malattie cardiovascolari, il cancro, la malnutrizione, le infezioni a trasmissione alimentare, tra cui alcune epatiti, la salmonellosi e molto altro [1]. L’apporto di cibo dovrebbe essere basato sul fabbisogno individuale, deve tenere conto delle diverse fasi della vita, delle abitudini e degli stili di vita, con particolare riferimento all’attività fisica, che dovrebbe essere mantenuta per tutta la vita [2]. Nessun individuo dovrebbe inoltre privarsi dell’assunzione di particolari cibi o nutrienti, se non sotto consiglio di uno Specialista.

L’obesità è una condizione molto diffusa, spesso dovuta a 2 fattori: alimentazione scorretta e vita sedentaria [3]. Obesità e sovrappeso non sono sinonimi. La differenza tra queste due condizioni viene effettuata attraverso l’indice di misura del grasso corporeo chiamato BMI (body mass index, o indice di massa corporea). In una condizione di peso corporeo normale il BMI è compreso tra 18,5 – 24,9, mentre in una condizione di sovrappeso è tra 25 – 29,9 e nell’obesità è maggiore di 30. L’obesità è un fattore di rischio di molte malattie organiche ma anche di disturbi psicologici e isolamento, che sono a loro volta fattori in grado di aumentare l’isolamento sociale e l’obesità stessa, in un circolo vizioso che deve essere precocemente interrotto [3]. 

L’esercizio fisico dovrebbe sempre essere abbinato ad una corretta alimentazione, e può avere un effetto positivo sulla riduzione della pressione arteriosa, della glicemia, del colesterolo e di conseguenza sulle malattie cardiovascolari e metaboliche, oltre che migliorare il tono dell’umore [4]. Con il termine esercizio fisico non si intende soltanto un’attività fisica molto intensa: anche ballare, camminare a passo moderato-svelto o andare in bicicletta sono attività che se effettuate 2 o 3 volte alla settimana per circa un’ora ciascuna, possono apportare grandi benefici alla salute degli adulti [5]. Per i ragazzi tra i 5 e i 17 anni, il livello minimo di attività fisica dovrebbe essere di 60 minuti al giorno, e almeno tre volte a settimana dovrebbero effettuare esercizi di maggiore intensità fisica. Adulti e bambini dovrebbero iniziare attività fisiche impegnative e costanti solo dopo la valutazione di un medico, soprattutto in presenza di sintomi quali tachicardia, fiato corto, svenimenti, dolore toracico o eccessiva stanchezza. Diversi livelli di esercizio fisico devono tuttavia prevedere successivi interventi di recupero, attraverso il riposo e l’alimentazione, con apporto di liquidi e cibi solidi, in modo proporzionale allo sforzo effettuato. L’assunzione di sufficienti quantitativi di acqua e sali minerali merita una particolare attenzione da parte di tutti, soprattutto nei soggetti che compiono esercizio fisico ad alta intensità, nei bambini e negli anziani. L’apporto di acqua negli adulti in particolar modo nei periodi caldi, dovrebbe essere pari circa a 2 litri di acqua, salvo diverso parere del medico [6]. I sali minerali sono normalmente presenti negli alimenti, diversamente dalle vitamine non risentono del calore della cottura, ma siccome vengono eliminati attraverso i fluidi corporei, il loro reintegro è fondamentale per il mantenimento dello stato di salute.


[1] World Health Organization, W. WHO Estimates of the Global Burden of Foodborne Diseases. 
Foodborne Disease Burden Epidemiology Reference Group 2007-2015. 2015.

[2] Istituto Superiore di Sanità. Alimentazione, Nutrizione E Sicurezza Degli Alimenti. 2022, 2022.

[3] Istituto Superiore di Sanità, Epicentro. Obesità. Informazioni Generali. 2017, 2022.

[4] Istituto Superiore di Sanità, Epicentro. Attività Fisica. Informazioni Generali. 2014, 2022.

[5] World Health Organization, W. Global Recommendations on Physical Activity for Health. 2010.[6] Ministero della Salute. Ondate Di Calore. FAQ – Ondate Di Calore. 2021, 2022.

Torna su